Il Trono di Spade, pro e contro di Home. I voti in anteprima dell’episodio 6x2

di Giorgio Viaro - 03-05-2016

Perché nessun posto è come casa. Nemmeno a Westeros



Il successo del Trono di Spade dipende in gran parte da un patto tra la serie e gli spettatori. Quel patto, stipulato con la decapitazione di Ned Stark, dice che a morire saranno buoni e cattivi, e che i morti rimarranno morti (e non tiratemi fuori il motto dei Greyjoy, per favore). È una regola che affascina tanto perché è la stessa regola della vita vera. C'è davvero un brivido nell'affrontare queste storie e nel non avere garanzie che le cose andranno come sperato. Ed è in qualche modo un atto di fede condiviso quello di proseguire comunque, nella speranza che prima o poi esisterà una forma di giustizia condivisa, che qualcuno a Westeros sistemerà tutti i conti.

Per questo non esiste tradimento più grande dello spirito della serie del modo in cui, grazie al trattamento Jean Louis David di Melisandre ("Le do una spuntatina sul collo e le sistemo un po' la barba, dottore"), Jon Snow torna in vita. Tutto troppo facile, tutto troppo scontato.
Davvero sarebbero bastati un po' di fuoco e una sacerdotessa che conosce l'alfabeto farfallino per rimettere in piedi i nostri cari defunti, da Ned in poi?
La scena che chiude la puntata è quindi il tradimento di quella regola che, anche in un fantasy, agganciava il Trono alla vita: le persone che amiamo muoiono, e non c'è modo di riportarle indietro. Da adesso in poi, avremo sempre il dubbio.
Voto alla resurrezione farlocca di Jon Snow: 2.
E ora sbranatemi, come farebbe Ramsay...

Ramsay!
Ecco che mi torna il buon umore.
Ramsey che onora il padre e la madre, e il fratello neonato, e soprattutto i suoi cani. Ho la sensazione che non gli resti più quasi nessuno da ammazzare a Grande Inverno, il che lo costringerà a farsi presto nuovi amici. Se a Westeros fossero stati tutti risoluti come lui, Il Trono di Spade sarebbe finito in 15 episodi.
E comunque è un fatto assodato che per i fratelli maggiori, i fratelli minori siano quasi sempre una rottura di palle ("Voglio i suoi fumetti! Voglio giocare con la Playstation! Voglio i suoi castelli del Nord!") quindi ora non buttategli la croce addosso se ha messo le mani avanti.
Voto al talento di Ramsay per l'addestramento dei mastini: 9.

Un altro fatto degno di nota della puntata è che Hodor una volta aveva un vocabolario che andava oltre "Hodor". Poi deve essergli successo qualcosa, e addio. Ora per saperlo tocca aspettare che Bran torni di nuovo indietro nel tempo, il che almeno dà un senso al personaggio.
A proposito: Bran è un diminutivo! Si chiama Brandon! Non ne avevo idea, anche se voi lettori saputelli ora mi direte che in qualche oscuro fill-in della seconda stagione, durante una grigliata in mezzo ai boschi, qualcuno lo chiamava così sotto gli effetti dell'ammazzacaffè.
Voto alla trovata "Come avrà perso l'uso del vocabolario Hodor?" per creare suspense nel segmento Bran: 5. Sento rumore di barili che vengono grattati.

Grandi soddisfazioni sul versante Arya, ancora in piena fase Fight Club, dove la prima regola del Fight Club è dire che "Questa ragazza non è nessuno", e la seconda regola del Fight Club è dire che "Questa ragazza non è nessuno", e la terza regola anche.
Lei finalmente se ne ricorda (non era così difficile, dai), e quindi anche se non ha ancora imparato a combattere senza vedere come Rutger Hauer in Furia Cieca o Charlie Cox in Daredevil, la riportano nel tempio e soprattutto la smettono di prenderla a bastonate in faccia.
Voto all'intuito di Arya per i giochetti di Jaqen: 6 di incoraggiamento.

Gli autori devono smetterla di obbligare Tyrion a dire spiritosaggini ogni volta che apre bocca, perché la linea che separa l'arguzia dall'idiozia si fa sempre più sottile. Stanno trasformando Tyrion e Varis nei Gianni e Pinotto di Meereen, il che conferma la nuova tendenza cabarettistica della serie che già mi aveva fatto preoccupare la scorsa settimana.
Comunque, appena si esce dal palazzo reale e si scende nelle cripte a liberare draghi, le cose vanno molto meglio.
Scopro tra l'altro che i draghi sono un po' i delfini di Westeros, è cosa unanimemente riconosciuta che siano animali intelligentissimi anche se poi a vederli non è che sembrino queste cime.
Voto a Tyrion che chiede ai draghi "Mica vorrete mangiare l'aiuto?": 7. L'unica battuta che mi ha fatto ridere. Ma la scena è comunque ottima.

Ora qui vorrei dedicare un paragrafo a ciò che avviene a casa Greyjoy, con Gargamella che cade dal ponte tibetano, eccetera, ma davvero, interessa a qualcuno? Erano 210 puntate che non si andava da quelle parti e il livello di pathos che sollevano le sorti della famiglia sta una tacca sopra i risultati del campionato di palla avvelenata. È come quando alle Olimpiadi sono finite tutte le gare degli sport normali, ma tu non hai ancora voglia di andare a dormire e resti in salotto a guardare i sedicesimi di finale del doppio di ping pong.
Voto, però, a Theon che dice, sfinito "Io torno a casa": 9. Mi sono emozionato.

Per il capitolo, "Grossi e incazzati", segnalo:
- la Montagna che rompe la testa a una comparsa che gli fa la pipì su un piede
- il Gigante che scaraventa contro il muro un Guardiano che gli spara una freccetta sulla clavicola
Credo che entrambi abbiano pagato il giusto prezzo per la loro stupidità, quindi voto 8.

Chiudo con la scena più bella della puntata, quella del funerale di Myrcella. Jaime è delusissimo perché non può fare sesso sotto il cadavere con sua sorella come da tradizione, quindi se la prende con Tommen e gli dice di andare a scusarsi con mamma, che sicuramente a quest'ora aveva indossato la biancheria buona.
Appena esce il ragazzo, entra il Passero Solitario, che per me è di gran lunga il personaggio più repellente di tutte e sei le stagioni, con buona pace di Ramsay e Joffrey. La tensione tra lui e Jaime è micidiale, e il dramma che tengono in piedi, per le umiliazioni che ha comportato, e per gli equilibri di potere, anche simbolici, che coinvolge, di grande forza. Io mi metto a urlare: "Spaccagli la testa! Spaccagli la testa!". Poi compaiono in cerchio gli altri fanatici.
Che scena.
Voto 9, e alla prossima settimana.

Clicca qui per i voti all'episodio 6x1

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti