Vikings: lo showrunner sul destino di Ragnar

di Marica Lancellotti - 30-12-2016

«É stata una scena così emozionante che non ho trattenuto le lacrime»



[Attenzione! Spoiler dell'episodio 4x15]

Vikings ha avuto inizio con Ragnar Lothbrok (Travis Fimmel) ma non è mai stata solo la sua storia, anche quella della sua sposa Lagertha, dei loro figli, del fratello Ragnar Rollo. Per una puntata, la 4x15, Vikings è diventata la storia della morte di Ragnar, ucciso per volere del re Aelle di Northumbria, con la complicità di re Ecbert del Wessex.

Lo showrunner Michael Hirst ha svelato che, in realtà, non è una sorpresa la morte dell'eroe, perchè nei suoi piani originari sarebbe dovuto succedere anni fa: «In fase di casting abbiamo scelto Travis Fimmel molto tardi: le miei idee su Ragnar non erano quelle del classico vichingo imponente, avevo bisogno di un eroe intelligente e riflessivo e Fimmel era perfetto. Quando gli abbiamo consegnato la sceneggiatura i patti erano che sarebbe dovuto comparire solo nella prima stagione, alla fine della quale sarebbe morto. Quando, però, abbiamo intuito il potenziale di Fimmel, è stato chiaro che il suo Ragnar sarebbe stato necessario per molto più tempo».

La scena della morte segna la fine di un'era, nell'economia della narrazione della serie, e, a sottolineare l'importanza del momento, la resa attraverso le immagini è stata memorabile: «Per i presenti durante le riprese è stato un momento indimenticabile» ha continuato Hirst. «Ho voluto che ricordasse la passione di Cristo, doveva essere il trionfo dello spirito: re Aelle lo tortura, cerca di piegarlo, ma Ragnar non si spezza. Naturalmente senza sottovalutare la componente umana di sofferenza, che è stata più che reale visto che abbiamo girato la scena in Irlanda in un giorno di freddo e pioggia. Travis è stato fantastico anche in questo: ha voluto girare tutto senza controfigure, è stato veramente sospeso in quella gabbia per ore, cercando di non far trasparire la tensione, anche se alla fine abbiamo percepito tutti le sue emozioni. Io stesso ho pianto in quel momento, era la fine di un lungo percorso».

Come condizionerà il resto della serie e gli altri personaggi, la morte di Ragnar? «Re Ecbert, anzitutto, ne sarà sconvolto perchè erano molto vicini, nonostante le divergenze d'opinione. Ivar comincerà a covare vendetta già dal prossimo episodio. La presenza di Ragnar, nonostante la morte, continuerà a farsi sentire, in fondo lui è parte della vita degli altri personaggi».

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti