The Big Bang Theory: CBS è ottimista sul rinnovo

di Marica Lancellotti - 10-01-2017

La questione più spinosa restano i compensi degli attori



Alla fine di questa stagione, la decima, scadrà l'ultimo contratto siglato tra CBS e Warner Bros TV per la produzione e la messa in onda di The Big Bang Theory, ma, assicurano dal network, le trattative sono già ricominciate.

In occasione dei TCA invernali, il presidente di CBS Entertainmente, Glenn Geller, ha confermato: «Stiamo negoziando. Sono i tempi del mondo degli affari: ci aspettano dure trattative, normali in situazioni come questa, ma siamo molto ottimisti».

La questione, infatti, non è delle più semplici in quanto, attraverso gli anni, The Big Bang Theory resta il prodotto più seguito e più remunerativo per l'azienda, ma i compensi troppo alti dei protagonisti (Leonard, Penny e Sheldon guadagnano un milione di dollari a puntata!), oltre alle receti richieste d'aumento, rischiano di vanificare una parte troppo consistente di quel ricavo.

Nonostante tutto, però, la serie continua a far registrare ascolti incredibili (con una media, anche per la decima stagione, di 20 milioni di spettatori per episodio, in diretta concorrenza con i più grandi eventi sportivi) e il recente annuncio di uno spinoff dedicato a Sheldon sembra aver riacceso tutto l'entusiasmo dei fan.

A proposito di ultima stagione, da oggi, 10 gennaio, i nuovi episodi arrivano anche in Italia direttamente su InfinityTv.

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti