La famiglia Versace continua a scagliarsi contro American Crime Story

di Pierre Hombrebueno - 11-01-2018

La serie vede tra i protagonisti Edgar Ramírez, Penélope Cruz e Ricky Martin



Dopo averla definita una pura «opera di finzione» qualche giorno fa, la famiglia Versace ha rilasciato un nuovo comunicato scagliandosi contro la nuova stagione di American Crime Story, la quale sarà incentrata sull'omicidio di Gianni Versace e vedrà nel cast nomi del calibro di Penélope Cruz, Edgar Ramìrez e Ricky Martin.

Qui le scottanti parole: «La compagnia che produce la serie sostiene di essersi ispirata al libro di Maureen Orth, ma quel libro è pieno di gossip e speculazioni. Orth non ha mai ricevuto delle informazioni dirette dalla famiglia Versace, e non ha le basi per fare delle dichiarazioni riguardo la vita personale di Gianni Versace e degli altri membri della famiglia. Invece, con la sua intenzione di fare del sensazionalismo, ha presentato tante dicerie di seconda mano e cariche di contraddizioni. (…) Tra tutti i possibili ritratti della vita di Gianni, è triste e riprovevole che i produttori abbiano scelto di presentare la visione distorta e falsa creata da Maureen Orth».

Eppure, stando al creatore della serie, Ryan Murphy, parrebbe invece che Donatella Versace non sia poi così contraria allo show. Ha dichiarato il nostro a Hollywood Reporter: «Donatella ha mandato una grande composizione floreale a Penélope Cruz quando ha rappresentato lo show ai Golden Globes. Non so se lei guarderà la serie, ma se lo facesse, vedrebbe che abbiamo trattato lei e la sua famiglia con rispetto e bontà».

American Crime Story: L'assassinio di Gianni Versace, ricordiamo, debutterà in Italia su FoxCrime il 19 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti