I personaggi femminili secondo Emilia Clarke

di Attilio Palmieri - 16-05-2018

In occasione della presentazione di Solo: A Star Wars Story a Cannes l'attrice del Trono di spade parla del sessismo insito nel linguaggio della critica



Emilia Clarke grazie al ruolo di Danaerys nel Trono di spade è diventata una delle più importanti dive del momento e dall'alto di questo ruolo ha approfittato per esprimere la propria opinione su come la critica e i media parlano dei personaggi femminili al cinema e in televisione.

In occasione della presentazione di Solo: A Star Wars Story a Cannes l'attrice ha puntato l'attenzione sulla tendenza a definire forti determinati personaggi femminili, sottolineando quanto questo tipo di linguaggio sia sessista, specialmente perché a generi invertiti la stessa cosa non accade, a meno che un uomo non sia particolarmente forte dal punto di vista fisico.

Emilia Clarke ha inoltre aggiunto le seguenti parole: "Se non è forte, cos'è? Mi state dicendo che esiste un'altra opzione, che può esistere una protagonista debole? Pensate che una protagonista in un film possa essere una donna debole? Non dovremmo neanche discuterne, quindi, per favore, basta dire donne forti".

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti